Foreign affairs

CONDANNA LE ELEZIONI ILLEGITTIME ETIOPI DEL 2021 E FAI PRESSIONE PER UN DIALOGO NAZIONALE INCLUSIVO

Petition is directed to
European Comission
997 Supporters
10% achieved 10.000 for collection target
  1. Launched 27/05/2021
  2. Time remaining > 4 months
  3. Submission
  4. Dialog with recipient
  5. Decision
I agree to the storage and processing of my personal data. The petitioner can see name and place and forward this information to the recipient. I can withdraw my consent at any time.

Petizione per chiedere all'Unione Europea di dichiarare illegittime le elezioni etiopi del 2021 e fare pressione sul governo etiope affinché si crei un dialogo nazionale onnicomprensivo, e il ripristino del governo regionale democraticamente eletto del Tigray.

Le elezioni generali in Etiopia dovevano svolgersi il 29 agosto 2020. Tuttavia, sono state rinviate con il pretesto della pandemia del COVID-19. Da allora, l'incostituzionale "Partito della Prosperità" di Abiy Ahmed governa il paese senza un mandato elettorale. Abiy Ahmed è salito alla ribalta nazionale in seguito a diffuse proteste popolari presenti anche nella regione dell'Oromia. È stato scelto dal governo del Fronte Democratico Rivoluzionario del Popolo Etiope (EPRDF) - di cui era membro - per servire come traghettatore ad interim durante la transizione della nazione in attesa delle elezioni previste per il maggio 2020 (poi rinviate ad agosto 2020). Dalla sua nomina il signor Ahmed non ha mai partecipato a nessuna elezione costituzionale o democratica. Nel 2019 Abiy Ahmed ha sciolto senza tante cerimonie l'EPRDF e ha formato il Partito della Prosperità. Anche questa mossa è stata fatta senza rispettare le regole e lo statuto dell'EPRDF. 

Nonostante abbia vinto il premio Nobel per la pace, il mandato di Abiy è noto per gli oltre tre milioni di sfollati interni, le uccisioni quotidiane, gli assassinii, la detenzione di civili senza un giusto processo, l'incarcerazione degli oppositori politici, le restrizioni alla stampa e la violenza etnica culminata nella guerra scoppiata nel novembre 2020 nel Tigray. Da allora, in Tigray, la regione etiope più settentrionale, si sta svolgendo un conflitto raccapricciante. La guerra ha provocato una crisi umanitaria catastrofica. Gli osservatori internazionali e nazionali hanno pubblicato rapporti su stupri di massa, uccisioni extragiudiziali, distruzioni di proprietà e morti per la fame. Per questo motivo il Tigray non parteciperà alle prossime elezioni. Inoltre, molti politici promettenti dell'etnia Oromo sono stati imprigionati con accuse discutibili. Gli analisti avvertono che le elezioni nazionali potrebbero portare più insicurezza e violenza. L'organizzazione del voto si sta già dimostrando difficile e la registrazione degli elettori ha mostrato varie irregolarità.

Il pericolo imminente associato allo svolgimento delle elezioni generali:

  • Il non-eletto Primo Ministro d'Etiopia Abiy Ahmed Ali, ha imprigionato i candidati avversari più promettenti e i leader dei partiti di opposizione, accusandoli con il pretesto di essere coinvolti nell'omicidio del popolare musicista Oromo, Hachalu Hundessa.
  • I partiti politici che presentano un'ideologia diversa da quella del Partito della Prosperità di Abiy Ahmed sono stati esclusi dalle elezioni. Mentre i loro leader sono stati imprigionati o stanno boicottando le elezioni perché non saranno elezioni libere e giuste.
  • Ci sono state continue rivolte e movimenti di resistenza in varie regioni dell'Etiopia contro Abiy Ahmed e il governo guidato dal Partito della Prosperità. Dall'ascesa al potere di Abiy Ahmed, l'Etiopia è stata destabilizzata da conflitti, crisi economiche, fame indotta dall’uomo, repressioni politiche e crimini contro l'umanità.
  • I leader etiopi delle opposizioni che non sono sotto arresto esprimono preoccupazione per lo svolgimento di esse in un momento in cui la sicurezza della popolazione non è garantita.
  • In molti prevedono che a causa della crisi politica nel paese, ci sarà una bassissima affluenza alle urne. Ci sono già notizie di manipolazioni delle schede elettorali.

Lo status delle elezioni in Tigray:

  • Il Tigray ha svolto con successo le sue elezioni regionali nel settembre 2020, in conformità con la Costituzione federale etiope e la Costituzione regionale del Tigray.
  • Le elezioni regionali del Tigray sono state meticolosamente pianificate, organizzate e ben rappresentate, con 2,7 milioni di elettori che hanno potuto votare. Il tutto seguendo le precauzioni di sicurezza previste dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Reason

Pertanto, chiediamo di prendere in considerazione i fatti sopra citati e di utilizzare tutti gli strumenti di politica estera per dichiarare illegali le elezioni etiopi previste per il 2021. Inoltre chiediamo quanto segue:

  • Un intervento diplomatico in linea con le idee e i valori fondamentali dell'UE che sottolinei l'importanza di affrontare le differenze politiche attraverso il dialogo civile e non attraverso la violenza.
  • Ai rappresentanti dell'UE di dichiarare che le elezioni etiopi del 2021 sono una farsa, poiché non soddisfano i minimi requisiti per essere considerate elezioni libere ed eque.
  • All'UE di esortare il regime etiope a rilasciare tutti i prigionieri politici. Compresi i leader politici che sono stati imprigionati per evitare la loro partecipazione alle elezioni nazionali.
  • Proponiamo e incoraggiamo l'uso di misure diplomatiche più forti, tra cui sanzioni economiche, embarghi sulla vendita di armi, divieti di viaggio e il congelamento dei beni personali e dei conti bancari.
  • Il ritiro verificato delle forze armate eritree dall'Etiopia e delle milizie Amhara dal Tigray.
  • Un appello per un immediato cessate il fuoco e per lo svolgimento di indagini indipendenti condotte dall'ONU, e solo dall'ONU, sui crimini e le atrocità. In modo da garantire la responsabilità di tutti i crimini ed evitare impunità.
  • Permettere un accesso umanitario immediato e completo, e la presenza di personale medico per aiutare a risolvere la crisi sanitaria dovuta alla mancanza di rifornimenti.
  • Chiedere il ripristino del democraticamente eletto governo regionale del Tigray, che è stato scelto come guida da 2,7 milioni di persone.

Firma questa petizione ora.

Not yet a PRO argument.

No CONTRA argument yet.

Why people sign

  • Messina

    on 08 Jun 2021

    Come si fanno le elezioni escludendo diverse regioni costrette a non votare se sono elezioni nazionali? In quale paese civili si è sentito e visto che un primo ministro dica in anticipo di aver vinto e che governerà per i prossimi 10 anni a costo di dare la sua vita?

  • on 08 Jun 2021

    Perche abiyi Ahmed sta faccendo in elezione finta amasando la gente civile, bambini, donne

  • on 06 Jun 2021

    Ci È Un Genocidio E Iñgiùstizie

  • Habtu tadesse Cervignano del Friuli

    on 03 Jun 2021

    Per il fatto c'è in corso un genocidio nel TIGRAY

  • London

    on 03 Jun 2021

    Because it is a genocide

Tools for the spreading of the petition.

You have your own website, a blog or an entire web portal? Become an advocate and multiplier for this petition. We have the banners, widgets and API (interface) to integrate on your pages.

Signing widget for your own website

API (interface)

/petition/online/condanna-le-elezioni-illegittime-etiopi-del-2021-e-fai-pressione-per-un-dialogo-nazionale-inclusivo/votes
Description
Number of signatures on openPetition and, if applicable, external pages.
HTTP method
GET
Return format
JSON

Help us to strengthen citizen participation. We want your petition to get attention and stay independent.

Donate now

openPetition international